• caf_convenzionati_2016
     adesioni  email
     INKAZZATO
  • STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE COBAS / CODIR Comitato Nazionale Lavoratori

    _____________________________
    (Integrato ed approvato dal Direttivo Generale del 25 luglio 2003)
    ALLEGATO “A” al verbale del 25 luglio 2003

    Scarica lo Statuto in PDF

    *****************************************
    Art. 1 – DENOMINAZIONE
    E’ costituita l’Associazione senza fini di lucro, apartitica ed aconfessionale del Comitato di Base dei lavoratori per la salvaguardia dei diritti ed il riconoscimento del diritto alla carriera.
    L’Associazione denominata: “Cobas Dipendenti REGIONALI PER LA CARRIERA Siciliani lnkazzati”, per l’attività sindacale rivolta alla tutela di disoccupati, di lavoratori di altri comparti e di precari non limitati all’ambito della pubblica amministrazione, assume anche la denominazione di “COBAS/CODIR-Comitato Nazionale Lavoratori”.
    In particolare, l’associazione si propone prioritariamente l’obiettivo della valorizzazione delle risorse umane e delle professionalità acquisite dai lavoratori di tutte le amministrazioni, enti ed aziende presenti nel territorio nazionale, promovendo anche ogni azione volta ad attivare percorsi e processi di progressione di carriera.

    Art. 2 – PRINCIPI E FINALITA’
    I principi e gli obiettivi irrinunciabili dell’Associazione sono: la difesa ed il miglioramento delle condizioni di vita e di lavoro dei lavoratori in servizio ed in quiescenza ed in particolare la valorizzazione delle risorse umane e delle professionalità acquisite dagli stessi.
    L’Associazione rifiuta ogni forma di privilegio e di clientelismo tipica del sindacalismo di professione.
    Tutte le cariche, di natura politico-sindacale, sono elettive e rispondono al principio della revocabilità in qualsiasi momento e del volontariato.
    L’Associazione svolge ad un tempo attività sindacale politica, sociale e culturale, rappresentando anche le categorie ed i settori con essa organizzati nella contrattazione (decentrata e centrale) a livello locale, regionale, nazionale e, all’occorrenza, internazionale.
    Al fine di consentire il raggiungimento dei principi e delle finalità del sindacato e la massima diffusione territoriale dell’azione sindacale, il Cobas/Codir – Comitato Nazionale Lavoratori produce edizioni, giornali e siti internet, portando avanti qualsiasi altra iniziativa editoriale che riterrà utile alle finalità statutarie. Inoltre organizza, direttamente o per mezzo di enti specializzati, attività formative, corsi professionali e corsi in genere; svolge attività culturali, sportive e ricreative ed attiva centri culturali e centri studi.

    Art. 3 – ADESIONI
    L’adesione all’Associazione Cobas/Codir avviene tramite la struttura aziendale di appartenenza. E’ possibile l’adesione di singoli lavoratori, secondo le modalità stabilite dal regolamento, laddove non sia costituito il Cobas/Codir nella struttura aziendale in cui, i lavoratori, prestano servizio. L’Associazione è organizzata in categorie omogenee di lavoratori.

    Art. 4 – AFFILIAZIONI
    L’affiliazione all’Associazione Cobas/Codir è consentita ad associazioni di altra natura sociale e/o di particolare specificità diverse dal Cobas/Codir di cui all’art. 3, purché accettino il presente statuto e siano in regola con le quote da versare.
    L’affiliazione avverrà secondo le modalità previste nel regolamento.
    Per tutte le controversie con Associazioni affiliate al Cobas/Codir od aderenti a medesime federazioni di cui il Cobas/Codir è o sarà componente, è competente il Foro di Palermo.

    Art. 5 – ORGANI
    Sono organi dell’Associazione per ogni categoria di lavoratori:
    1. Il Direttivo Aziendale coordinato dai due Portavoce Aziendali;
    2. Il Direttivo Provinciale coordinato dai due Portavoce Provinciali;
    3. Il Direttivo Regionale coordinato dai due Portavoce Regionali;
    Sono organi generali dell’Associazione posti al di sopra delle categorie:
    1. Il Direttivo Generale coordinato dai due Segretari Generali;
    2. La Segreteria Generale nominata dai Segretari Generali;
    3. I due Segretari Generali.
    I Portavoce Regionali assumono la carica di Segretari Generali, transitoriamente, e, comunque, sino alla diffusione territoriale sovra regionale dell’Organizzazione.
    Le cariche sono svolte secondo il criterio del volontariato.
    - Il Direttivo Aziendale è composto dai due Portavoce Aziendali (nominati dai Portavoce regionali o eletti dagli iscritti) e da un massimo di n° 5 (cinque) componenti eletti dagli iscritti;
    - Il Direttivo Provinciale è composto dai due Portavoce Provinciali (nominati dai Portavoce regionali o eletti dal Direttivo Provinciale) oltre i Portavoce Aziendali della provincia di appartenenza;
    - Il Direttivo Regionale è composto dai Portavoce Regionali (eletti dal Direttivo Regionale), dai Portavoce Provinciali e dai Portavoce Aziendali;
    - Il Direttivo Generale è composto dai due Segretari generali, dai Portavoce Regionali di categoria, dai Portavoce Provinciali di categoria e, nell’ambito dell’Amministrazione regionale siciliana, da un responsabile per ogni Dipartimento individuato dalla Segreteria Generale;
    - La Segreteria generale è composta dai Segretari generali, dai Portavoce Regionali e da un numero minimo di tre ed un massimo di 5 componenti, nominati dai Segretari Generali;
    - I due Segretari generali sono eletti dal Direttivo Generale (in mancanza dal Direttivo Regionale).
    Le cariche hanno durata triennale.
    I Direttivi, ciascuno per il proprio livello, deliberano e formulano proposte su temi di carattere sindacale purché in linea con l’indirizzo dell’Organizzazione stessa.
    I Portavoce Regionali ed i Segretari Generali possono nominare nei
    direttivi di pertinenza ulteriori componenti al fine di affidare incarichi su tematiche specifiche.

    Art. 5 bis – SEGRETERIA
    La Segreteria è nominata dai due Segretari Generali o Portavoce Regionali.
    La Segreteria generale è composta dai Segretari generali, dai Portavoce Regionali e da un numero minimo di tre ed un massimo di 5 componenti, nominati dai Segretari Generali.
    La Segreteria svolge i seguenti compiti:
    - convoca e presiede il Direttivo Generale e Regionale;
    - predispone il piano preventivo delle spese ed il rendiconto consuntivo da sottoporre, per l’approvazione, al Direttivo Generale (in mancanza dal Direttivo Regionale), previa ratifica da parte del Collegio dei revisori;
    - cura l’informazione generale mediante organi di informazione interni ed esterni;
    - intrattiene rapporti con qualsivoglia organismo pubblico e privato al fine di raggiungere lo scopo sociale;
    - cura i contatti con altre organizzazioni nazionali ed europee aventi comunque scopi, finalità e principi statutari in sintonia con quelli descritti nel presente Statuto;
    - adotta tutte le iniziative che reputa necessarie per il conseguimento dei fini statutari anche se di competenza del Direttivo Generale, salvo successiva ratifica dello stesso
    organismo;
    - provvede alla organizzazione ed al funzionamento della
    sede sociale e di eventuali sedi periferiche e ne coordina l’attività, nominando commissioni interne ed, eventualmente, collaboratori esterni;
    - può istituire un Centro Studi, nominandone i componenti;
    - può avvalersi dell’ausilio di esperti per le varie materie, individuandoli anche tra esterni alla Associazione;
    - prende tutte le iniziative e le misure necessarie per assicurare la normale attività e il funzionamento dell’Associazione.
    Le deliberazioni della Segreteria devono essere adottate con la maggioranza dei suoi componenti.

    Art. 6 – REGOLAMENTO
    Il Regolamento dell’Associazione non necessita di atto notarile. Esso viene deciso e modificato dal Direttivo Generale (in mancanza dal Direttivo Regionale) con maggioranza dei 2/3 dei presenti.

    Art. 7 – FINANZIAMENTO
    Al finanziamento dell’Associazione concorrono i singoli iscritti di cui all’art. 3 e gli affiliati di cui all’art. 4; le sottoscrizioni, le donazioni, i lasciti esclusi quelli governativi e padronali.
    Le quote e le modalità contributive sono disciplinate dal Regolamento.
    E’ prevista la nascita di una “cassa di mutua assistenza” al fine di sostenere le vertenze e la solidarietà tra i vari settori rappresentati nell’Associazione, nonché il sostegno alle sedi che non hanno mezzi economici autonomi.

    Art. 8 – PATTI FEDERATIVI E FUSIONI
    L’Associazione sindacale è autonoma e può confederarsi ad altre 00.SS., presenti nell’ambito del territorio nazionale o della Comunità Europea, purché non concorrenti od in contrapposizione con le finalità del presente statuto.

    Art. 9 – RAPPRESENTANZA LEGALE E TESORERIA
    I due segretari generali sono i rappresentanti legali, cui compete la rappresentanza, anche processuale dell’associazione nelle sedi giuridiche richieste. Ad essi compete l’apertura e la gestione di conti correnti postali e/o bancari intestati all’Associazione (con firma disgiunta).
    I due Segretari generali designano due tesorieri.
    Ai tesorieri designati competono l’amministrazione dei fondi destinati alla cassa interna istituita presso la sede dell’Associazione, nonché la tenuta delle scritture contabili e la predisposizione dei mandati di pagamento nonché dei bilanci preventivi e consuntivi dell’Associazione.

    Art. 10 – REVISORE DEI CONTI
    Il Collegio dei Revisori dei conti è composto da 5 (cinque) membri che sceglieranno tra loro il presidente. I membri sono eletti dal Direttivo Generale ogni tre anni. Essi sono invitati a partecipare ogni volta che sia necessario alle riunioni della Segreteria generale e/o del Direttivo Generale. Spetta al Collegio dei Revisori dei conti seguire l’andamento contabile ed amministrativo dell’Associazione, esaminare e controllare gli schemi di bilancio preventivo e consuntivo, riferendone ai Segretari Generali.

    Art. 11 – COMMISSIONE DI GARANZIA
    La Commissione di Garanzia è composta da 5 (cinque) membri nominati dalla Segreteria generale, i componenti nominati eleggono al loro interno un Presidente. L’Organo decide la sospensione e l’eventuale esclusione dall’Associazione nel caso di gravi violazioni del presente Statuto e del Regolamento da parte dei singoli iscritti e/o rappresentanti.
    La Commissione di Garanzia è competente, in via esclusiva, a dirimere tutte le controversie che possano insorgere tra gli iscritti o tra gli Organi dell’Associazione, aventi per oggetto l’applicazione o l’interpretazione delle norme del presente statuto nonché del Regolamento.
    La Commissione di Garanzia giudica insindacabilmente. E’, pertanto, escluso ogni ulteriore ricorso ad organismi esterni relativamente alle pronunce della stessa.

    Art. 12 – MODIFICHE STATUTARIE
    Ogni modifica del presente Statuto deve avvenire nel Direttivo Generale (o in mancanza nel Direttivo Regionale) con la maggioranza di almeno i due terzi dei votanti.

    Art. 13 – SCIOGLIMENTO
    Al raggiungimento degli obiettivi programmatici, previsti dall’art. 2 dei presente statuto, l’Associazione può essere sciolta per deliberazione a maggioranza qualificata di 4/5 dal Direttivo generale ( od in mancanza del Direttivo Regionale ) appositamente convocato in una riunione straordinaria dai due Segretari Generali,
    dopo consultazione referendaria tra gli aderenti. La deliberazione di scioglimento determinerà anche la destinazione dei patrimonio sociale e la nomina di uno o più liquidatori.

    Art. 14 – NORME FINALI
    Per quanto non espressamente dichiarato nel presente Statuto sono valide le vigenti norme di Legge.
    I Segretari Generali

    Marcello Minio – Dario Matranga







    COBAS-CODIR Segreteria Generale -90144 Palermo, via Francesco Cilea n. 11 Tel. 091 6824399 – Fax 091 6834432 – email cobaspa@libero.itPec: segreteria.generale@pec.codir.it

    Area privata